Veneto Indipendente.Ecco l’unica via percorribile legalmente

Indipendenza Veneta possibile? Ecco l’unica via percorribile

(by pio dal cin) Veneto Indipendente. Abbiamo votato in oltre 2 milioni online e vuia telefono per affermare che l’Indipendenza del Veneto ci sta a cuore. La stragrande maggioranza dei Veneti vorrebbe staccarsi da uno Stato che nel corso dei secoli si è dimostrato veloce a chiedere in termine di tasse ma poco propenso a ritornare quanto avuto se non altro in servizi e alleggerimento della pressione fiscale.

Il Veneto vota SI all’Indipendenza. Un grido di dolore di tante categorie in ginocchio per la pressione fiscale e la burocrazia che hanno costretto a tanti imprenditori piccoli e grandi alla chiusura, ai licenziamenti, in alcuni, troppi casi, a gesti estremi.

QUALE LA POSSIBILITA’ REALE PER L’INDIPENDENZA?

“Conoscendo la legge in merito l’articolo 5 della costituzione recita” La Repubblica è una ed indivisibile”. La consultazione online non ha valore, e quella Regionale verrà bloccata.”Questo è quanto afferma in un’intervista al +Gazzettino Nordest  il docente di diritto costituzionale e presidente della commissione sul federalismo fiscale Luca Antonini il quale indica la fusione con il Trentino Alto Adige “l’unica via percorribile” e continua: ” Ci basterebbe avere la stessa autonomia che hanno lì: 100% di imposte che rimangono sul territorio, residuo fiscale azzerato, capacità di spesa pubblica sei volte l’attuale, IRAP azzerata”

Il costituzionalista continua indicando che:

L’idea è fondere Veneto e Trentino, farle diventare un’unica entità. La chiave di volta è l’art.132, primo comma. Leggiamolo: “Si puo’ con legge costituzionale, sentiti i Consigli Regionali, disporre la fusione di Regioni esistenti o la creazione di nuove Regioni con un minimo di un milione di abitanti,quando ne facciano richiesta tanti Consigli comunali che rappresentino almeno un terzo delle popolazioni interessate, e la proposta sia approvata con referendum dalla maggioranza delle popolazioni stesse”

Leggete l’intervista completa  

 

CONCLUSIONE.

Anche se il voto dei Veneti ha dimostrato la volontà forte di allontanarsi dal centralismo asfissiante della Stato, va cercata una soluzione legale che possa portare veramente all’Indipendenza. Il rischio più grande è che il plebiscito venga strumentalizzato a fini politici (si parla già della possibile formazione di un partito).

I Veneti, a mio modesto parere, credono fermamente ad un’affermazione identitaria forte della propria autonomia, senza credere più ai partiti che sia a destra che a sinistra niente hanno fatto negli ultimi trent’anni che promettere pur di raccogliere voti e consensi.

E’ giunta l’ora della svolta. Un Veneto Indipendente si, ma seguendo un percorso ben preciso, chiaro e legale; senza violenza e basato sulle regole scritte della Costituzione. Io voglio crederci così: senza interferenze dei partiti e dei movimenti vari. 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s