Luca Zaia e Tosi (Ci vorrebbe Salomone) Chi ama veramente il Veneto ed i Veneti?

Ricordo sempre, quando c’è da prendere una decisione quella storia della bibbia dove

Salomone decide a quale delle due madri affidare il figlio conteso .  Pur  di non vederlo tagliato in due,la vera madre si dice disponibile di lasciarlo a quella falsa, purché  resti in vita.

Mi spiace per Flavio Tosi, sindaco di Verona ma rivedo in lui la “falsa madre” del Veneto. Se veramente gli stesse a cuore la sorte della Regione e dei suoi abitanti, avrebbe abbassato i toni, sarebbe stato alle direttive del suo partito e avrebbe appoggiato la candidatura di +Luca Zaia  che è la “vera madre” di questo Veneto in lizza per le elezioni regionali.

Cercare di mettersi di traverso in un momento così delicato significa dire ai Veneti “ Chi se ne frega se perdiamo la Regione e vince la Moretti, mi basta che non vinca lui, +Luca Zaia “


Bravo.! Proprio un bel pensare. Si vede che cosa gli sta veramente a cuore se è disposto a cedere il timone della regione più importante d’Italia alla sinistra pur di veder sconfitto il suo “nemico”.

Ricordo che qualche settimana fa, a Godega di Sant’Urbano Tosi parlava di un suo recente viaggio in Cina e tesseva le lodi del popolo Cinese e della sua organizzazione. Era andato  con una delegazione di imprenditori Veneti.

+Luca Zaia  è sempre in giro per il Veneto, e non solo quando si tratta di prendere i voti. Ricordo quando l’anno scorso, il 3 Agosto, ero andato a Refrontolo per fotografare il disastro causato da un’onda anomala al Molinetto della Croda. (In questo post guardate i filmati e le immagini di dov’era Luca )

 +Luca Zaia  era in piazza che rispondeva alle domande, che coadiuvava i soccorritori e le operazioni di sgombero delle carcasse delle auto da parte dei Vigili del Fuoco. Chiedeva e rispondeva a tutti.Penso che ognuno di noi Veneti lo abbia visto in una o più occasioni, e chi lo conosce bene sa che Luca il Veneto lo ha nel Cuore.

Luca è spinto da un’irrefrenabile passione per la sua Terra e per la sua Gente che mette sempre prima di tutto il resto. Tosi ha fatto il sindaco di Verona, e quando gli hanno detto che era abbastanza “cool” da potersi candidare a governatore si è montato la testa, ha sbattuto i piedi per terra come un bambino viziato e ha preteso di essere ascoltato, anzi, di far la barba al suo presidente.

Se la Lega deciderà di espellermi potei anche candidarmi” ha detto oggi il sindaco di Verona. E magari allearsi con Alfano e la destra moderata. Fossi io al posto di Matteo Salvini gli avrei dato un bel calcio in culo e l’avrei spedito fuori  subito altro che “una settimana per pensarci” o “altre ventiquattr’ore” come scrive Il Fatto Quotidiano. Un bel modo di fare, non c’è che dire in altre parole Flavio da Verona sta tenendo tutta la Lega Nord per i cohones “o così o pomì.

E la Moretti se la ride e si prepara a “calarsi” come un paracadutista dietro la prima linea nemica (sarà nel Veronese nei prossimi giorni). Se la ride e ringrazia Tosi che gli sta porgendo la palla in piena area di rigore, senza attaccanti, ma non ha tenuto conto di un particolare importante: in porta c’é lui: +Luca Zaia  e i Veneti lo amano, la gente sa che cosa ha fatto negli ultimi cinque anni specialmente durante le calamità naturali che si sono assommate ad una crisi economica che avrebbe messo in crisi qualsiasi statista navigato.

+Luca Zaia  ha dimostrato con i frutti di amare la sua Terra e di saper combattere per i diritti dei Veneti e dei prodotti che da questa regione vanno in tutto il mondo. Non ha esitato nemmeno a mettersi contro “faccia da cool” (renzi) quando è andato in Russia (vedi filmato della TV Russa qui)a difendere a spada tratta L’export Veneto NON l’import Cinese

Dov’era Tosi? In Cina? A New York? Non lo so di preciso e non lo voglio nemmeno sapere. Dov’era la Moretti? Non lo so e non lo voglio sapere. Mi basta solo sapere dov’è +Luca Zaia  e sono sicuro che saprà governare per altri cinque anni in barba a tutti quelli che sbavando per la poltrona (e non per gli interessi del Veneto) cercheranno di mettergli il bastone tra le ruote come sta facendo egregiamente “faccia da cool 2” (tosi)