Pronto Soccorso Caro Luca Zaia ti scrivo

Caro Luca Zaia (presidente regione Veneto)

Quando una persona cara ha bisogno di cure immediate in seguito ad un incidente, più o meno grave, il tempo non sembra mai passare. Lunedì ho avuto modo di sperimentare per l’ennesima volta che i pronto soccorso(http://goo.gl/4Fh2W3) hanno a mio modesto avviso bisogno di trovare un sistema più efficace in modo da ridurre l’attesa.

Sono arrivato all’ospedale di Oderzo alle 12:39 con mia figlia ferita in faccia da un tirante di un vigneto mentre giocava con i suoi compagni di classe. Le viene assegnato un codice bianco (codice bianco?). Non pubblico la foto delle tumefazioni per non far torto alla sensibilità  di Aurora ma vi assicuro che almeno un codice verde poteva starci bene.

Al di là della classificazione bianca,verde,rossa, avevo sentito che l’attesa al pronto soccorso non dovrebbe superare le tre ore. Sono arrivato alle 12:39 e sono uscito alle 17:15.

Un’altra cosa: volevo suggerire al dottore che ha applicato una decina di punti di sutura a mia figlia nella zona interna del labbro inferiore dove c’è il frenulo, che almeno avrebbe potuto anestetizzarla in qualche modo, anche blando piuttosto che cucirla senza nessun tipo di anestesia locale (poteva farlo visto che ha dovuto tirare il labbro inferiore con forza per applicarle i punti).

Aurora non si è lamentata e ha cercato di trattenere le lacrime, Le tenevo la mano e lei stringeva forte. E’ stata brava. Dopo aver fatto la lastra per accertare che il naso non fosse rotto, abbiamo aspettato ancora un’oretta prima di essere dimessi.

Credo che senza fare inutili polemiche ( il nostro sistema in Veneto è uno dei migliori) si potrebbe accellerare il servizio dei pronto soccorso (magari dando una corsia di preferenza a bambini, vecchi, e persone che manifestino un dolore acuto). non conosco i meccanismi, anche se so che in caso di arrivo di un codice rosso le precedenze vengono mutate.

Separare i codici rossi da quelli verdi e bianchi sarebbe una soluzione? Credo di si e spero che si possa ridurre notevolmente l’attesa visto che di solito i codici bianchi richiedono molto spesso non più di 15/20 minuti per essere risolti.

Le mie sono solo delle ipotesi. Spero che un giorno, quando qualcuno si farà male, non abbia più da aspettare dalle tre alle cinque ore. Un servizio che funziona potrebbe ridurre i tempi ad un massimo di due ore .

pio dal cin

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s