Royal Baby is here. It’s a boy


The British royal family on Buckingham Palace ...
The British royal family on Buckingham Palace balcony after Prince William and Kate Middleton were married. Kate wears a wedding gown by Sarah Burton. (Photo credit: Wikipedia)
The British royal family on Buckingham Palace balcony after Prince William and Kate Middleton were married. Kate wears a wedding gown by Sarah Burton. (Photo credit: Wikipedia)

by pio dal cin. Codognè 

As I predicted on my recent post the Royal Baby is Here, today, on the very first day of full Moon. July the 22nd. It’s a boy (I predicted a girl) So His Royal name is not yet known
All we know is that he was born at 4:24 pm local time and weighed 8.6 pounds in London’s Saint Mary’s Hospital. William was present for the birth

The name was not immediately announced and may not be known for up to a week.
But great-grandmother Queen Elizabeth II was the first to get the news from her grandson, by encrypted phone to the palace, and just in time, too. She’s scheduled to leave on her annual vacation at her Balmoral estate inScotland at the end of this week.

Veneto su Google plus per chi lo ama come me


http://www.codognetreviso.com/2013/06/il-veneto-su-google-plusper-chi-lo-ama.html Clicca qui)

Codognè Treviso Veneto Italia. Queste le mie radici. Il Veneto è la mia Regione, il posto dove sono nati i miei genitori, nonni, bisnonni,trisnonni e cosi’ via.

Politica e futuro


Previsioni sulla politica italiana per il futuro:
Il pdl verra’ sciolto e ritorneranno a formarsi i partiti che lo hanno composto, rivendicando la loro autonomia e andando a creare nuovi poli che andranno ad allearsi a comporre nuove alleanze. La Lega si scindera’ in due o piu’ correnti altrimenti e’ destinata a perdere ben piu’ consensi, vista l’impopolarita’ di certe decisioni come quella dei ministeri al Nord che non servono assolutamente a niente rispetto ai problemi concreti della gente. Maroni diventera’ il nuovo leader del carroccio e forse anche il nuovo primo ministro del dopo berlusconi. Gli Italiani chiederanno un referendum per abrogare le ricche paghe dei parlamentari ed i loro privilegi.La sinistra privata del suo bersaglio preferito berluscono continuera’ ad arrovellarsi cercando un programma vero per governare con i suoi “dinosauri” senza riuscirci e trovera’ un nuovo bersaglio sul quale scaricare le sue frustrazioni. Grillo continuera’ a cavalcare il malcontento “monetizzando” con i banners del suo cliccatissimo blog. Infine i tre moschettieri del terzo polo continueranno a voltarsi ora a destra ora a sinistra a seconda di come tira il vento, come sono soliti a fare i voltagabbana, e in tutto questo baillame a rimetterci, come sempre saranno i poveri pensionati, i disoccupati, i cassintegrati, i giovani in cerca di lavoro per pagare un mutuo che petmetta loro di farsi una famiglia, mentre chiedendo enormi sacrifici al popolo, i parlamemtari continueranno a vivere come nababbi con le loro pensioni d’oro e le loro paghe stratosferiche, poiche’ alla fine, troveranno il sistema per non fare il referendum di cui sopra

Nuove Regole per la Sicurezza Stradale – Una dimenticanza Vitale-


Da un paio di settimane ho fondato un gruppo su Facebook  http://www.facebook.com/?sk=2361831622#!/group.php?gid=112011118847994  che ha raccolto fin’ora circa cinquecento iscritti.

Ho fatto un appello ai politici perchè si iscrivessero anche loro, ma a parte qualche gruppo della Lega Nord, nessun politico di spicco ha messo ancora fuori la testa per appoggiare questo gruppo, lo scopo del quale è molto semplice e presto spiegato.

La cronaca, si sa, è piena zeppa di incidenti stradali, causati da ubriachi, drogati, bulli della velocità. Ben vengano le nuove regole più restrittive, che sicuramente contribuiranno ad un miglioramento della sicurezza. Manca, a mio avviso una norma molto semplice ma che di fatto ridurrebbe drasticamente il numero degli incidenti, e soprattutto il numero di gente che dovrebbe stare al massimo alla guida di un triciclo.

E’ successo spesso che un drogato, un alcolizzato, un pazzo del volante abbia ucciso uno o più persone e, dopo un periodo più o meno lungo di sospensione della patente, questa gli sia stata restituita, restituendo così alle nostre strade una MINA VAGANTE, una PISTOLA CARICA, puntata sulla folla inerme. QUESTO DEVE FINIRE!!

Il gruppo( che ho fondato sulla scia emotiva del terribile incdente che a Valdobbiadene (TV) ha stroncato la vita della giovane bimba di 5 anni Serena, falcidiata da un “autista” che sembra percorresse la strada del centro del piccolo paese a quasi 140 all’ora) si propone di arrivare ad una legge che di fatto privi questo tipo di “autisti” (ubriachi, drogati, bulli) dal rivedere MAI MAI MAI PIU’ LA PATENTE.

Che vadano a piedi, in autobus, in bici o si facciano accompagnare. Come ci sentiremmo se tra qualche anno scoprissimo che lo stesso autista, riavuta la patente uccidesse ancora?

E’ già successo, più di una volta nelle cronache e non deve più succedere!!! CHI UCCIDE  ALLA GUIDA IN STATO DI ALTERAZIONE DA DROGA, ALCOOL O PER SEMPLICE BULLISMO DELLA VELOCITA’ DEVE PERDERE IL DIRITTO A GUIDARE PER SEMPRE!!!

E quì mi appello ai politici, locali e non. Non nascondetevi!Uscite e fatevi conoscere, aiutateci in questa battaglia atta a fermare il massacro. Come vi sentireste se la persona investita ed uccisa fosse uno dei vostri cari? Serve una presa di posizione forte contro questi KILLERS POTENZIALI. Bisogna individuarli e TOGLIERLI DALLE STRADE DEFINITIVAMENTE!!!!

Altro non posso fare che rilanciare il mio umile ma ARRABIATISSIMO tam-tam mediatico, e continuerò a farlo, fin tanto che qualcuno non raccoglierà questo appello. La giustizia comincia anche dal promulgare leggi che servano a creare una società più giusta e vivibile, e in questo momento, in Italia manca una legge che impedisca a questi ASSASSINI di ritornare ad uccidere.

Un’auto impazzita che piomba su una folla, è la stessa cosa di un terrorista che entra in un centro commerciale sparando a casaccio sulla folla. Non è esagerato il paragone se ci pensate bene. Bisogna che questo finisca al più presto.

(pio dal cin) telefono 3397749337

Codognetreviso rules


ALL MY BEST POST AND ATTENTION WILL BE CONCENTRATED ON PROMOTING THE BLOG OF MY HOMETOWN
HERE IS THE LINK IF YOU CARE FOLLOWING ME (probably not)

http://www.codognetreviso.com/

Zent de strada- Marcellino Gloria- El pi bel “Barbon” che ò mai conossù


De tute le foto che ò vu la fortuna de scatar, quele che me à dat pi sodisfazion no le è certo stade quele dei atori cantanti omeni o femene famosi, capi de stato o papi, ma la Zent che se trova in strada.

A New York, Miami, Conejan, Betlemme, Praga, Codognè, Berlino, Zagabria, Santa Fe' Los Angeles, o a Zimeta me à sempre attirà le facce e i visi segnadi della Zent de strada…. Visi che te conta na storia solche a vardarli….

Al pì dele volte i è "barboni" (li ciamen cussì, ma a volte i veri barboni sen noialtri) che i à sti oci che te varda e i voria contarte la so vita, ma sembra che no sie massa bastanza temp par scoltalrli.

Al pi bel de tuti i volti de strada che ò fotografà, le statt Marcellino, Marcellino Gloria; eccolo qua' fotografà pena fora de la stazion dei treni a  Venezia.F1000081

Quando che ò comincià a far al reporter, andee ogni dì a Venezia in te un studio fotografico vizin a Piazza San Marco (fotoattualità). L'era un studio che el fea le foto par al gazetin, e mi me interessea imparar le varie tecniche de sviluppo e stampa e "taglio giornalistico" de le foto.

Ho ciapà al treno tutti i dì, par un anno.  Marcellino l'era sempre là, in tea prima panchina a sinistra, vegnendo zo' da le scale dea stazion.

Nol domandea mai ne schei ne altro, ma se vedea chel vea bisogno de tutt…

Un dì.. me son fermà e ghe ò domandà se ghe servia qualcossa, lu al me à dita che l'era a posto e dopo qualche minuto al à tacà a contarme la so storia….

No la divide quà, parchè, anca se Marcellino adess l'è in Paradiso, me despiasaria metter la so storia in pubblico.. Quel che importa l'è che lu, nonostante la dificoltà de viver su na strada, l'à sempre conservà na dignità che se ghe la leze sui oci…F1000080  

Dovunque tu sia in questo momento Marcellino Gloria…. Un saluto ed un abbraccio.

Un po’ de saggezza dei Indiani d’America



This we know: All things are connected

like the blood that unites us.

We did not weave the web of life,

We are merely a strand in it.

Whatever we do to the web, we do to ourselves.

-Chief Seattle

Traduzione:

Questo sappiamo. Tutte le cose sono connesse

Come il sangue che ci unisce.

Non abbiamo tessuto la tela della vita.

Ne siamo appena un filo.

Qualsiasi cosa facciamo alla tela

Lo facciamo a noi stessi.

(Capo Indiano Seattle)

La filosofia e la Spiritualità dei Indiani (Americani), lè tutta che la se svolge attorno a stò semplice concetto: Sen tutti connessi l'un co quel altro.

No se pol pensar che na roba che succede in Australia o a New York…In Africa o a  Berlino, no ne interesse parchè l'è lontan…

Al mondo l'è come un balon…. se mi ghe dae un calcio da na parte, anca tutta que l'altra la sentirà al colpo.

Questo l'è probabilmente un dei errori che fen pi spess al di' de incuò: Pensar de esser desligadi da tutt quel che succede.

F1000023  Appena fuori Betlemme – Bambini- Natale 1991-

Il Prode Mario Prode Collezionista D.O.C. di dischi dal 1969


Marioprode 027 Se un personaggio verace l'è restà a Codognè questo l'è Mario Carnelos detto Mario Prode.

Chi elo che nol conosse sto ragazzon co la barba e coi cavei longhi che l'à sempre el sorriso stampà in faccia  e che l'è famoso sopratut par na roba: I SO DISCHI.

Mario l'à incomincià a  far la collezion de dischi in tel 1969 e no l'à pi smess.

Te pol andar a domandarghe qualsiasi titolo,qualsiasi autor, italian o straniero che lu, te pol star sicuro  el te lo trova fora…in tute le verision posibili imaginabili… vinile, cd, assetta  eccetera.

Ogni so sforzo in tel tempo libero lo à concentrà a far na raccolta de dischi che scommetto che saria

fadiga trovarghene naltra compagna in tutta italia.Tanti ani fa ghe vessi fat anca un articol sul gazetin…. Me ricorde che andando a farghe le foto a casa sua, al vea dischi in cusina, in camera, soto el let e anca in bagno, parchè dove che el vive no l'à tant posto da meter tutti i so dischi.

Al de là de la collezion Mario l'è veramente na persona disponibile, mi al conosse da quaranta passa anie deve dir che lè veramente difizil trovar na persona cussì solare e disponibile al di de incuò.

Ieri son passà par casa soa e l'ho vist la sentà che el magnea "pomi de San Piero" sentà in tel scalin

davanti casa. Me son fermà e ghe ò domandà se podee farghe do foto e lu naturalmente al me à dita de si….

"posse meterte sul me blog Mario? "  Ghe ò domandà… "Ah meteme pur …nessun problema".

Alora ghe ò dita che stasera l'avaria mess in tel blog in dialetto, e ecome quà a mantegner la

promessa. De sti temp bisogna star atenti a tut… a quel che se scrive e a quel che se fa.. L'è sempre qualcun

massa sensibile, anca se te parla ben de lori, no i à caro che te fae massa publicità.

Questo comunque no l'è el caso del "PRODE MARIO" che colgo l'occasion par mandarghe un abbraccio

affetuoso e dirghe GRAZIE par la so disponibilità e la so originalità de Personaggio Caratteristico

 de CodognèMarioprode 028

Marioprode 032  Marioprode 035

Codognè dall’aereo


F1000089 F1000077 F1000085 Angelo MontagnerF1000068  al me à dat un passaggio sul so aereo…queste foto le è state fate in tel 1992 .

Ho vist la villa e tut el paese dall'alto e me à piasest …

La qualità no la è dele migliori parchè l'era al viero de plastica che me mandea un riflesso fastidioso in tea machina fotografica

Le Suore de clausura de San Giacomo (Omaggio a dele Grandi Persone ..)


F1000179 F1000180 Circa venti anni fa, quando che lavoree come reporter, Don Giovanni Dan allora direttor de l'Azione de Vittorio Veneto al me à domandà se volee andar a farghe qualche foto alle suore de clausura de San Giacomo.

Naturalmente ghe ò dita de si ( a chei tempi no disee mai de no se l'era calcossa de novo da veder o da fotografar).

Ho dovù farme far l'autorizazion da l'allora Vescovo de Vitorio Mos. Ravignani e dopo son andà dentro al convento.

El posto al me à piasest suito. L'era na pace, un silenzio, un bel verde. La parea l'anticamera del Paradiso, se stea proprio ben.

Col permesso dea Madre Badessa , dopo verme presentà, ho fatt tante foto e Don Giovanni al me le à publicade suito.

Da chea volta no le ho mai fatte veder pi a nessun… Prima par un senso de rispetto che ghe dovee a queste Sante Persone che l'è le suore de clausura. Ho sempre ammirà come che le posse dedicarse tutta na vita a pregar stando dentro in tel stesso posto, veramente GRANDI PERSONE.

Secondo parchè no volee dar in "pasto" ai giornai dele foto che varia in qualche maniera esposto la fragilità e la sensibilità de le suore.

Adess che ho fatt al blog in Veneto ò pensà de farghe  un omaggio a ste Grandi Persone e vist che l'è passà tanti tanti ani, son sicuro de no farghe un dispiazer o de offender nessuna de le sorelle che era presenti quea lontana primavera che ò vù la fortuna de fotografarle.

Le pubbliche in punta dei piè…con grande …immenso senso de rispetto.El vialet del cortivo interno

Son veramente restà sorpreso quando che ò vist che le vea la so staleta co do tre vache e che una dele suore l'era la col forcon che la metea a posto el stran…F1000183

F1000177E le lavea la so roba come na volta le nostre none le lavea in tel lavador…F1000171  Dopo le e andate tutte a pregar in tel coro, e l'era anca do novizie….che ancora no le vea ciapà i voti..F1000190

Aria Fresca


L'era pena passa el temporal e son andà a farme un giro paa campagna co la me bici….L'era un sol che

spachea le piere, e le nuvole le corea  in tel cielo azzurro .

Respirando te sentia na aria cussì fresca e neta  che la parea pena vegnuda zo da la montagna…

Che bea… sta aria  nova  e fresca che se respira dopo al temporal senza andar tant lontan….in tea

nostra campagna trevisana

Zent de Codognè….


F1000136 Una de le persone che me ricorde co tant piazer l'è Gino Lot.

Un Scarper co la S maiuscola de quei de na volta che ormai i à butà via el stamp….

Gino l'era anca un de i pi bravi pescadori de Codognè e quando che lu al 'ndea a pescar nol tornea mai a man vode.

Un dì, come tante altre volte son ndat dentro al so boteghin in via aldo moro, e ghe ho fatt ste foto che vedè qua'.F1000132

Gino Lot… una brava persona de Codognè. 

Naltra persona ala quale ere veramente affezionà l'era la Beppa Tonelo. L'era na veceta simpatica che la stea in te che la casa vecia che i à butà zo prima de rivar dal municipio sula destra, dopo passa' el negozio de barbier de Adelfio.

La Beppa la vegnea ogni tant a trovarne a casa e la ne contea la storia del "Barba Zucon" che a noialtri boce la ne piasea tant parchè la ne fea paura ma dopo la ndea a finir ben.

Prima che la andesse in paradiso  ho avu' la fortuna de poderghe scatar qualche foto…eccole quà le divide co chi che à la bontà e el temp de vegnerme a lezer de tant in tant…F1000128

Benedeto inveze l'era un "ragazzo del 99" Co na memoria de fero….al se ricordea tutte le fasi de le battaglie che el vea fatt sul piave  e i ultimi ani de la so vita al ndea sempre (al di del so compleano) a butar un mazz de fiori sula Piave par ricordar i so amighi.

L'ho conossu' quande che el vegnea da me papà a darghe na man co un vecio torcio..lu e anca al Bocio Zaia a far al vin bon…F1000116 F1000119

Qua soto inveze l'è un grupo de residenti del "Bar de Spin" in tel palu' a fianco del capitel de la Madona.

Na volta me ricorde i fea na bea sagra del Palu, co l'albero dea cucagna… Sarie bel tornar a ripristinar

i veci modi le vecie abitudini  e magari anca le sagre che le fea star insieme la zent…F1000003  

E par concluder sto post…na bea RIDESTA…..  Me zio Gino Dal Cin… Me zio don Valentino Dal Cin e

me papà  Narciso Dal Cin che al me à trasmess al "virus" dea fotografia assieme a me mama Teresa.F1000110

I Comuni pi sicuri


IMG_3464  Na volta  i Comuni in Italia i era dei picoli staterelli e i se gestia la vita da soli in maniera autonoma…i vea i so muri e par entrar bisognea passar na porta e farse riconosser…

Adess mi no vui dir che se dovaria tornar indrio cussi de tanti ani (parlen del Medioevo) ma se se podesse tirar indrio le lancette del temp, mi le portarie indrio de almanco na zinquantina de ani se no de zento.

Co se era picoli (mi ho zinquanta do ani adess) me ricorde che se assea verta la porta tuta la not e no se sentia mai dir che i fusse andadi a robar. I unici episodi de furtarelli i era causadi da qualche zinghen de pasajo quando magari che se fermea le giostre in paese.

Le robe purtroppo le è cambiade, ma questo no vol assolutamente dir gnent… Se se à i strumenti par migliorar la sicurezza bisogna usarli e applicarli in tel territorio comunal e magari fazendo ordinanze che le vae ben par tut al territorio dove che i sindaci i à una idea comune come in tel caso de ste ultime elezion che le à decretà na svolta a centro destra sia a livel europeo che a livel local.

La svolta verso destra la à sicuramente un segnal forte e deciso da parte de la zent: qualcossa bisogna far par tornar meter le robe come che le iera. Volen sentirse sicuri a casa nostra e volen che chi che vien a "trovarne" i vegne solche se i a voia de far ben e no a far malegrazie!

MI so ben cossa che vol dir esser emigrante in quanto ho vissù par tanti ani all'estero. Anca mi son stat clandestin par pi de tre ani prima che podesse meterme in regola e star tranqauilllo che no i me buttesse fora…

L'è na bruta sensazion, anca parchè te toca ciapar quei lavori che che altri no vol pi far..

Però me ricorde ben de na roba: Bisognea star atenti a no far i mone, e a no alzar massa la cresta parchè se te fea na qualsiasi malegrazia, i te ciapea su e i te mandea a casa.

In tel me caso parle de la America.. Però la prima roba che i me à domandà co son rivà, l'è stat le impronte digitali..

LE IMPRONTE COME SEGNO DI RICONOSCIMENTO

Allora, parchè no poden far anca noialtri un sistema de riconoscimento comunal, provincial , e regional dove che se un al vol al permesso de lavorar o de soggiornar in tel nostro amato comune, provincia o region, almanco al ne asse na garanzia che no l'è un delinquente già schedà in tel so paese de origine?

Volen andar avanti a far la figura dei mone?

Va ben aiutar chi che vol lavorar e trovarse na vita migliore par lori e la so fameia, ma podene almanco domandarghe in cambio chi che i è veramente e no come che fa i Cinesi che sfruttando l'omonimia e la somiglianza che i à un co che altro i vien dentro a scaretade usando al stesso documento par diese persone?

MAGARI ANCA AL DNA SE EL SERVISSE A TEGNER LONTANI I CRIMINALI..

Ho lett na sera su internet, che in inghiltera i a ciapà un assassin che el vea copà do tose e dopo l'era riussì a farla franca.

Par ciaparlo, i à usà la banca dati che i vea accumulà i te i ani col DNA e un dì, sto assasin, l'à fatt a pugni i te na discoteca (EL LUPO PERDE EL PEL MA NO EL VIZIO)

e i lo a ciapà confrontando el profilo del DNA.

Razzismo ?  I me cojoni!!! Scuseme l'espression. 

Ma parchè la sinistra tirea sempre fora sta storia del razzimo quando che cerchen de usar i mezzi che ne mette a disposizion  la tecnologia?

Vorie veder mi col senno de poi se quele bestie che l'è à copà i do pensionadi a Gorgo se i fosse stadi schedadi, forse se varia podu' fermarli prima…

DENSE NA SVEJADA PRIMA CHE SIA MASSA TARDI.

Alora cossa spetene? Che ne toche metter inferiade e telecamere anca in tel gabineto  parchè no sen pi sicuri gnanca a casa nostra?

Comincien dale impronte in tea nostra Region, Provincia, Comun e vedarè che le robe dopo le andarà mejo…

Se a quei dea sinistra no ghe va ben…pasienza, i pol sempre ndar a viver in Cina, o a Cuba, o chei do tre paesi dove che l'è restà el comunismo e no me par che I SIE MASSA CONTENTI..

RITAGLIAMOCI UN PAESE UNA PROVINCIA E UNA REGIONE PIU' SICURE

 

Eco l'ho scritt in Italian però al senso l'è sempre al stesso…demose na mossa e cerchen de difenderse da chi che vien quà sol par far del mal….quei altri, quei che a bona volontà e i sa star al so posto, no li manda via nessun

IMG_0016